• Le vigne delle grave friulane con il monte Cavallo sullo sfondo e Lindo Pagura con le vinacce di Friulano

    Le vigne delle grave friulane con il monte Cavallo sullo sfondo e Lindo Pagura con le vinacce di Friulano

  • Alambicco fumante e lo scarico delle caldaie

    Alambicco fumante e lo scarico delle caldaie

La materia prima, per chi vuole fare grappa di qualità, è l’elemento essenziale da cui partire per realizzare il proprio prodotto. Per un grappaiolo che si rifà alla tradizione Friulana, l’obiettivo finale non è certamente quello di creare un distillato anonimo, senza teste (le parti volatili) e senza code (gli alcoli più pesanti), così come recita una nota pubblicità ingannevole.
La grappa è una miscela equilibrata di tutti i prodotti della fermentazione naturale della vinaccia. Deve racchiudere in se tutti gli aromi originali del vitigno, senza ricorrere ad alterazioni o interventi di correzione successivi. Condizione propedeutica all’ottenimento di questo risultato è partire da vinacce freschissime, perfettamente conservate, fatte fermentare in ambiente anaerobico per pochi giorni e subito distillate.
La nostra materia prima deriva perciò tutta da uve delle Grave Friulane, provenienti da una zona molto ristretta intorno alla distilleria. Caratteristiche di quest’area sono, tra le uve bianche, le diverse varietà di Pinot, il Souvignon, il Traminer, il Moscato, il Verduzzo ed una insuperabile varietà di “Friulano”; tra le uve nere, il Merlot, il Cabernet e il Refosco.
I diversi tempi di vendemmia che intercorrono tra queste varietà (un buon mese tra il Pinot Grigio ed il Cabernet) consentono di separare agevolmente le vinacce e di destinarne parte alla produzione di grappe da vitigno selezionato.
Per regalare agli intenditori una prodotto di altissima qualità, la fase di raccolta e di distillazione inizia ai primi di settembre per concludersi, in un ciclo lavorativo continuo, giorno e notte, entro i primi di novembre. Selezione, conservazione e avvio alla distillazione sono curate personalmente, senza ausili esterni.